sito realizzato da
Exenor Srl

Coordinamento dei Comitati Milanesi

Il Coordinamento dei Comitati di quartiere a Milano (CCM) si è costituito agli inizi degli anni '90 per collegare e dare più forza all'attività di denuncia e di proposta di molti comitati sorti spontaneamente in città. Oggi il CCM raggruppa una sessantina di comitati.

I temi centrali dell'iniziativa dei comitati riguardano i beni primari di una comunità: la sicurezza e la fruibilità del territorio, il degrado ambientale e la promozione di nuovi valori civici.

Per quanto riguarda la sicurezza le questioni più significative che sono state affrontate riguardano: lo spaccio di droga, la microcriminalità di strada, la prostituzione, il fenomeno delle baby-gang.

Su queste emergenze i comitati hanno attivato diverse iniziative:

  • manifestazioni di piazza e fiaccolate, d'intesa con le associazioni locali, in particolare del commercio e le parrocchie;
  • monitoraggio costante quartiere per quartiere (i libri bianchi di via) e attivazione di un numero telefonico (SOS antidegrado) per raccogliere le segnalazioni dei cittadini;
  • petizioni per stimolare una azione di presidio delle forze dell'ordine e del Comune sul territorio attraverso l'uso dei pattuglioni di strada o la presenza di camper;
  • incontri con i parlamentari locali e gli amministratori.

Inoltre i comitati hanno sollecitato e ottenuto il rafforzamento degli organici di polizia sul territorio e l'attivazione di un comitato interforze in grado di esaminare settimanalmente, insieme ai comitati interessati, lo stato delle cose.

Per quanto riguarda il Comune il CCM ha premuto per l'attivazione del vigile di quartiere che funziona, con alti e bassi, da circa tre anni, per il potenziamento dell'illuminazione e per lo sviluppo di politiche di riqualificazione ambientale nelle aree più degradate e a rischio.

Sul versante dell'immigrazione il CCM si è impegnato per il contrasto alla clandestinità e nel contempo per favorire l'integrazione degli immigrati regolari attraverso contatti anche con le diverse comunità presenti sul territorio.

Infine, sul versante civico il CCM ha promosso il riconoscimento alla virtù civica che viene annualmente assegnato a cittadini indicati attraverso un referendum fatto in collaborazione con ViviMilano del Corriere della Sera e altre associazioni. Dallo scorso anno il CCM ha proposto e realizzato con la questura di Milano il premio al coraggio civile che viene assegnato a cittadini coraggiosi che sono intervenuti per favorire il rispetto della legge.


Il logo

Le tre iniziali, un segno aperto e svelto che suggerisce il profilo del Duomo sullo sfondo di un cielo di nuvole serene.
Un segno grafico riconosciuto nel panorama della comunicazione visiva cittadina.
Un altro segno che si aggiunge ai "segni" di Milano.