sito realizzato da
Exenor Srl

Salviamo le vetrine del Ticinese

11/06/2010

SALVIAMO LE VETRINE DEL TICINESE
Comunicato commercianti Ticinese - Comitato la Cittadella

Da tempo tutte le vetrine di corso Ticinese, dalle Colonne di san Lorenzo e dal Carrobbio fino a piazza XXIV Maggio, vengono danneggiate in ore notturne da gruppi di graffitari che usando pennnarelli con acido rendono indelebili le scritte - dette tag - sui vetri degli esercizi.
Molti esercizi sono stati costretti a cambiare le vetrine e di nuovo queste vengono colpite periodicamente da queste azioni vandaliche. Tra le firme si nota sulle vetrine rovinate la sigla DBS, ovvero due noti graffitari già fermati dalle forze dell'Ordine in altra occasione in corso Ticinese, mentre imbrattavano dei muri e mentre filmavano la scena per ricavarne un video da mettere su Internet.
I graffitari agiscono in ore notturne, dopo la chiusura dei locali della zona di via Vetere e corso Ticinese, alle ore 2 alle 4 del mattino, partendo da via Vetere. In questa strada e in tutto il corso Ticinese si registra la totale assenza di forze dell'ordine e questa realtà attira graffitari e vandali, ubriachi e malintenzionati. Il tram e le ambulanze non riescono spesso a passare per corso Ticinese per la folla che staziona in strada fino al mattino e gli equipaggi delle macchine delle forze dell'Ordine, chiamate in diverse occasioni da singoli residenti, hanno affermato che il problema è ormai di ordine politico, di competenza del Sindaco, e singole unità operative non possono intervenire efficacemente.
Occorre quindi un presidio fisso di forze dell'ordine in via Vetere angolo corso Ticinese, vista l'alta presenza di locali che attirano migliaia di clienti che affollano le strade fino alle ore del mattino.
Inoltre la zona a traffico limitato è raggirata da centinaia di auto che percorrono contromano via Vetere, dal lato via Arena. Fatto ormai segnalato al vicesindaco De Corato da anni, e mai affrontato. Basterebbe installare semplicemente una telecamera.
Tuttavia appare compromesso il sistema delle telecamere per dissuadere dal commettere reati: proprio sotto le telecamere messe dal comune, in via Vetere, per monitorare il parco, fiorisce lo spaccio di stupefacenti.
Mancando un presidio fisso di forze di polizia, nella zona superaffollata da locali - ben sette in via Vetere - affluiscono, oltre a malintenzionati, anche i graffitari da tutta la Lombardia che poi fanno a gara a vandalizzare portoni, saracinesche, camioncini parcheggiati, auto e vetrine, filmando addirittura le loro imprese - come succede con la banda dei DBS - e mettendo i video in rete.
Decine sono i video in rete che inneggiano al vandalismo in via Vetere e in corso Ticinese. Il tam tam mediatico fa il resto.
Chiediamo:
- un presidio fisso di polizia in via Vetere
- che tutta la zona tra il Carrobbio e piazza XXIV - e specialmente via Vetere - venga percorsa da pattuglie mobili fino alle 4 del mattino, in modo da scoraggiare questi vandalismi sulle vetrine dei negozi, locali, ristoranti e auto.
- una telecamera all’angolo tra via Vetere e via Arena che sanzioni il traffico contromano.
Il comitato la Cittadella che da tempo insieme a commercianti, residenti e gestori dei locali notturni si è attivato per innalzare il livello di vivibilità del quartiere Ticinese e per contrastare il degrado, presenterà una denuncia collettiva alle forze dell'Ordine e un esposto al Prefetto, Questore, sindaco
Moratti e vicesindaco De Corato affinché si rimedi in tempi brevissimi all'emergenza vandalismo firmata da centocinquanta commercianti..
I danni subiti dai commercianti ammontano a 150 mila euro. Ci sembra ingiusto e diseducativo che la banda dei DBS continui a vantarsi dei vandalismi mettendo i suoi video su internet

Commercianti del Ticinese - Comitato La Cittadella